PRESS RELEASE

Bemoov e Chat&Cash: rivoluzione MPayment

21/12/2016

TORINO, 15 dicembre 2016 - Movincom, il Consorzio torinese leader nel mobile payment in Italia, Banco Popolare, gruppo bancario di primaria importanza e Tecmarket, la società del Gruppo Banco Popolare che sviluppa le soluzioni di pagamento, hanno siglato un accordo che sancisce l’integrazione tra il circuito di mobile payment Bemoov, realizzato nel 2010 da Movincom, e Chat&Cash, l’app di instant payment di Banco Popolare aperta a qualunque utente (anche non cliente Banco Popolare).

Grazie a questo accordo, che è destinato a rivoluzionare il mercato dei pagamenti mobili del nostro paese, da oggi gli utenti avranno a disposizione uno strumento di mPayment realmente completo, sicuro e versatile, da usare per tutte le necessità del quotidiano.
L’integrazione delle due piattaforme infatti, unisce la comodità dell’instant payment (trasferimenti di denaro istantaneo) dell’app di Banco Popolare, alla versatilità e ampiezza dei servizi di mobile payment del circuito Bemoov.
 
Gli utenti dell’App Chat&Cash, oltre a continuare a utilizzare le funzionalità legate al P2P (trasferimenti di danaro da persona a persona), potranno anche utilizzare Chat&Cash per effettuare acquisti presso gli esercenti abilitati del circuito Bemoov. Più di 1.200 servizi attivi in tutta Italia, in diversi settori merceologici, che vanno dal pagamento della sosta sulle “strisce blu” o in struttura in oltre 80 città, all’acquisto dei biglietti di Trenitalia e di numerose società di trasporto pubblico, al ticketing per spettacoli e musei fino alle donazioni per beneficienza e molto altro ancora.
 
Gli utenti Bemoov, dal canto loro, avranno l’opportunità di aggiungere Chat&Cash al loro “portafoglio digitale” (Wallet Bemoov). Tutti, infatti, possono scaricare e attivare il borsellino Chat&Cash associato al proprio numero di cellulare, che sarà possibile caricare in diversi modi: con un trasferimento di fondi da un altro utente Chat&Cash, con un normale bonifico dal proprio conto sull’IBAN del borsellino, con carta di credito tramite l’App Chat&Cash o da ATM bancari del Gruppo Banco Popolare (con carte Bancomat emesse da qualunque emittente). Inoltre i clienti del Gruppo Banco Popolare avranno la possibilità di ricaricare il proprio borsellino digitale anche tramite home banking.
 
Gli utenti di Wallet Bemoov, potranno quindi scegliere di addebitare gli importi degli acquisti che effettueranno sul circuito, oltre che sulle loro carte già registrate, anche su Chat&Cash. Inoltre, grazie all’app Chat&Cash avranno la possibilità di scambiare gratuitamente somme di denaro con gli altri utenti del sistema in modalità peer-to-peer, per dividere, ad esempio, un conto al ristorante o raccogliere l’importo necessario a un regalo condiviso.
Il borsellino Chat&Cash, oltre che con i canali già presenti sull’app, potrà essere ricaricato anche attraverso le carte registrate sul portafoglio digitale Bemoov.
Al borsellino Chat&Cash è inoltre abbinata una carta prepagata associata all’IBAN del borsellino, gratuita e attivabile a richiesta, che permette di effettuare acquisti presso tutti gli esercizi commerciali dotati di POS, e prelevare dagli sportelli ATM dando ampia spendibilità al borsellino Chat &Cash nel mondo fisico.
 
L’accordo Banco Popolare - Tecmarket – Movincom porterà significativi vantaggi non solo agli utenti, ma anche agli esercenti aderenti al circuito Bemoov, che potranno beneficiare di commissioni maggiormente competitive rispetto ai circuiti più tradizionali.
Inoltre sono allo studio servizi a valore aggiunto, quali i rimborsi o il cash back per “premiare” i clienti, che oggi non sono disponibili sui circuiti tradizionali.
 
L’integrazione dei sistemi Chat&Cash e Bemoov conferma da un lato l’unicità di Bemoov in Italia, come wallet di pagamento digitale “open”, nel senso pieno del termine, dall’altro la spinta innovativa di Banco Popolare nel mondo dei Mobile Payment.
L’aggiunta di Chat&Cash ai molteplici strumenti di pagamento, su cui gli utenti possono scegliere di volta in volta di addebitare gli importi dei loro acquisti effettuati sul circuito Bemoov, infatti, trasforma il wallet Bemoov sempre di più in un portafoglio “tradizionale” nel quale ciascuno di noi conserva, oltre al contante, (rappresentato da Chat&Cash), anche le carte di credito, il bancomat, le fidelity card, ecc.  
 
Movincom e Banco Popolare, con questo accordo intendono compiere un primo passo concreto verso la semplificazione dello scenario del mobile payment, che nel nostro Paese (come in molti altri Stati Europei, in verità), attualmente è caratterizzato da un’eccessiva frammentazione dei servizi di pagamento mobile.
Questa polverizzazione, in parte dovuta a ragioni fisiologiche (l’alto numero di competitor che si confrontano per conquistare quote di mercato), crea confusione sia presso i merchant, che presso gli utenti finali. I primi non riescono ad accettare pagamenti da tutti i sistemi attualmente presenti sul mercato, mentre i loro clienti sono costretti a confrontarsi con l’oggettiva difficoltà di doversi dotare di numerose soluzioni di pagamento – con funzionalità variabili e comunque limitate – per pagare i loro acquisti con lo smartphone o comunque in modalità cashless. Una situazione complessa, che finora ha frenato la diffusione dei pagamenti digitali nel nostro paese e ha favorito la continuità d’uso del contante.
L’accordo tra Movincom e Banco Popolare, che integra due modelli di pagamento complementari nel mondo mobile (B2C e P2P), aumentando le funzionalità e i vantaggi di entrambi, segna invece un’importante inversione di marcia. È un passo significativo verso una progressiva semplificazione e contestualmente un ampliamento dell’offerta, a tutto vantaggio degli utenti finali e degli esercenti.
 
Tra gli specialisti di questo settore si è discusso molto su quali potessero essere le caratteristiche di una (fantomatica) Killer App dei pagamenti, nella continua ricerca di uno strumento migliore degli altri, che incontrasse il favore di tutti. Quello che pochi hanno compreso, è che la domanda in sé non ha senso: è come chiedere qual è il piatto che le persone vorranno mangiare per sempre. La vera Killer App del mobile payment, invece, è la possibilità di scegliere di volta in volta dal proprio portafoglio digitale lo strumento più adatto per quello specifico acquisto. In tutta comodità, in piena sicurezza e a costi molto bassi per gli esercenti. La scelta di Chat&Cash di Banco Popolare come partner va proprio in questa direzione e siamo sicuri che gli utenti e gli esercenti ci premieranno.” – spiega Enrico Sponza, presidente di Movincom, commentando gli esiti dell’integrazione tra le piattaforme.
 
“Social è il comune denominatore delle più importanti app presenti sugli store” – aggiunge Antonella Verzini, responsabile Issuing & Acquiring Unit di Banco Popolare.  “Solo con Chat&Cash è infatti possibile chattare e scambiare denaro con la medesima user experience delle più comuni applicazioni di chat: regolare le piccole transazioni con uno strumento differente dal contante diventa così un’attività naturale, al pari delle altre attività quotidiane. Chat&Cash consente anche di creare e gestire chat di gruppo, rivoluzionando la modalità di raccogliere fondi tra amici (per il regalo di compleanno, la prenotazione dell’albergo, la cena di gruppo, ecc…) Chat&Cash permette, infatti, di inviare pagamenti o richieste di denaro a tutto il gruppo (o a una parte dello stesso): la ripartizione in quote (personalizzabile) viene effettuata dall’applicazione, così come la tracciatura dei pagamenti, effettuati o in sospeso. Tutti i componenti del gruppo possono monitorare lo stato dei pagamenti del gruppo”